Gran Madre delle tre mani con la Desis e gli arcangeli Gabriele e Michele

Sec. XIX

In breve

 

Quest’opera si trova nella sala 12 del museo, dove sono raccolte le preziose icone dedicate a La Gran Madre delle tre mani, collezionate dal professor Renzo Mantero, medico chirurgo, luminare della chirurgia della mano nel panorama italiano e internazionale.

La raccolta, durata tutta la vita, è frutto di un’appassionata ricerca che univa cultura e conoscenza scientifica a tutti gli aspetti delle arti dell’uomo. La Gran Madre delle tre mani è un tipo di icona storicamente legata alla sanguinosa lotta divampata nell’VIII secolo tra gli iconoclasti, che rifiutavano ogni rappresentazione di Dio in forma umana, e gli iconoduli, che difendevano strenuamente il culto delle immagini.

228
0
505

Approfondimento

La maggior parte delle icone della collezione sono realizzate in legno, questa, invece è stata lavorata dall’artista direttamente sulla lastra metallica. La placca bronzea viena dorata, data l’importanza del colore oro che nella tradizione religiosa riconduceva alla luce di paradiso, più adeguato a restituire la lucentezza diffusa dello spazio inverosimile del cielo e la sua profondità luminosa.

A far da sfondo alla doratura, l’ornato a smalto blu e bianco esalta la figura centrale della Gran Madre delle tre mani attorniata da una cornice, che lavorata con motivi floerali, ospita i tondi con la Desis (Cristo, Gran Madre, S. Giovanni) in alto al centro, affiancate dagli arcangeli Gabriele e Michele. Ai lati e in basso sono presenti evangelisti e profeti. Le placche di questa tipologia erano in uso presso i monasteri, dove venivano donate ai pellegrini che, dopo essere stati benedetti, lasciavano un’offerta.

Specifiche

Ambito: Scuola Russa
Materiale: Bronzo
Dimensioni: cm 14 x 12
Provenienza: Collezione Renzo Mantero
Collocazione: Pinacoteca Civica di Savona (Sala 12)

Continua l’esplorazione