Al Museo due nuove opere ispirate alla Gerusalemme Liberata di Torquato Tasso

Si tratta di due piatti, detti “reali” per le loro grandi dimensioni, realizzati nella seconda metà del XVII secolo, entrati a far parte della collezione permanente del Museo della Ceramica, trovando la loro collocazione nella sala titolata a Bartolomeo Guidobono, dedicata alle opere in istoriato barocco.

La fonte di ispirazione di queste maioliche è la Gerusalemme Liberata di Torquato Tasso, nell’edizione pubblicata nel 1617 a Genova, illustrata da 20 incisioni realizzate a bulino da Camillo Cungio, tratte dai disegni del pittore genovese Bernardo Castello.

La raffigurazione del primo piatto si ispira al canto VIII del poema, con Aliprando che narra a Goffredo di Buglione, Pietro l’Eremita e altri personaggi la possibile morte di Rinaldo, al quale appartengono le armi che si vedono in primo piano. Questa ceramica, seppure priva di marca, è chiaramente riconducibile a una manifattura di Savona o Albisola; il suo ignoto pittore mostra personali doti interpretative che gli consentono di confererire plasticità alle figure e dinamicità all’intera composizione.

 

Piatto, seconda metà XVII secolo – Manifattura di Savona

Il secondo piatto, ispirato al canto IX della Gerusalemme, raffigura l’attacco di Solimano, all’accampamento dei cristiani, che viene salvato dall’intervento dell’Arcangelo Michele. Sul verso dell’esemplare è presente il marchio di fabbrica: la Lanterna, simbolo della società Chiodo-Peirano di Savona. A dominare la scena è l’affollata rappresentazione della battaglia, spazialmente ricostruita in aderenza alla fonte.

 

Piatto, seconda metà XVII secolo – Manifattura di Savona

Queste opere, riferite dalla critica ad ambito guidoboniano, testimoniano l’elevato livello qualitativo raggiunto, anche nella policromia, dalla maiolica ligure di epoca barocca e ne confermano il ruolo di protagonista a livello nazionale nel corso del Seicento.

Seguici su Facebook, Instagram e Twitter per sapere cosa c’è di nuovo al Museo.

 

Orari

lunedì, martedì

solo per gruppi

(min. 10 persone)

10.00 – 13.30

15.30 – 18.30

 

mercoledì

10.00 – 13.30

 

giovedì, venerdì, sabato

10.00 – 13.30

15.30 – 18.30

 

domenica

10.00 – 13.30

 

Iscriviti alla nostra newsletter

Ho letto e accetto quanto definito nella privacy policy del museo

 

 

Social network

Segui il Museo della Ceramica di Savona
sui social network:

Pagina Facebook del Museo della Ceramica di SavonaProfilo Twitter del Museo della Ceramica di SavonaProfilo Instagram del Museo della Ceramica di Savona