Un inedito Arturo Martini protagonista della prima mostra 2024

Si intitolerà “Arturo Martini. La trama dei sogni. Tessuti, ceramiche, dipinti” e avrà come protagoniste 6 inedite opere tessili dell’artista trevigiano, che scelse Vado Ligure e il savonese come luogo del cuore. Noti finora solo come disegni citati dalla letteratura critica, di cui si ignoravano le effettive esecuzioni, i tappeti sono stati disegnati alla fine degli anni Venti da Martini e realizzati dalla MITA – Manifattura italiana tappeti artistici di Genova Nervi per la neonata azienda di arredamento DIANA – Decorazioni Industrie Artistiche Nuovi Arredamenti dell’architetto Mario Labò.

La mostra, in programma dal 22 marzo al 15 luglio 2024 al Museo della Ceramica di Savona, con un approfondimento anche negli spazi della Pinacoteca Civica della città, è ideata e promossa dall’Associazione Lino Berzoini, Centro per lo studio e lo sviluppo dell’arte, e da Fondazione Museo della Ceramica di Savona. L’esposizione è curata da Carla Bracco, Magda Tassinari e Donatella Ventura, a cui si aggiunge il contributo scientifico di Wolfsoniana – Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura di Genova e del Museo Luigi Bailo di Treviso. La mostra ha il sostegno della Fondazione De Mari e del Comune di Savona ed è inserita tra gli eventi che promuovono la Candidatura di Savona a Capitale della Cultura 2027.

Inatteso quanto eccezionale, questo incredibile ritrovamento sarà il punto di partenza di una nuova narrazione attorno all’opera artistica di Martini, con esposte circa 50 opere tra lavori plastici, pittorici, grafici, tessili e, naturalmente, ceramici.  l percorso espositivo esplorerà temi come il sogno, la fiaba, l’infanzia e il gioco (anche nell’età adulta) e si costituisce come la naturale prosecuzione del progetto “Arturo Martini”, curato dall’associazione Lino Berzoini e dallo stesso gruppo di curatrici nella primavera-estate 2021.

Per tutta la durata della mostra, il primo piano del Museo della Ceramica ospiterà anche un allestimento di tessuti e ceramiche di ispirazione martiniana realizzati dall’artista Alessandro Teoldi (Milano, 1987), in partnership con la galleria Capsule di Shanghai 胶囊上海.

«Siamo molto orgogliosi di portare all’attenzione del pubblico questo importante ritrovamento che ci offre anche l’opportunità di indagare alcuni aspetti ancora poco o affatto conosciuti dell’opera di Arturo Martini – ha dichiarato Luciano Pasquale, presidente della Fondazione Museo della Ceramica di Savona –. Un artista che in parte aveva fatto di questa terra la sua casa. L’esposizione, la prima che amplia la nostra ricerca anche al di fuori dell’arte ceramica, sottolinea il ruolo sempre più attivo del Museo della Ceramica di Savona all’interno del panorama culturale locale, nazionale e internazionale».

Orari

venerdì 9.30-13; 15.30-18.30
sabato 9.30-13; 15.30-18.30
domenica 9.30-17
lunedì 9.30-13

 

Iscriviti alla nostra newsletter

    Ho letto e accetto quanto definito nella privacy policy del museo

     

     

    Social network

    Segui il Museo della Ceramica di Savona
    sui social network:

    Pagina Facebook del Museo della Ceramica di SavonaProfilo Twitter del Museo della Ceramica di SavonaProfilo Instagram del Museo della Ceramica di Savona