Progetto “Inversioni”

Vincitore del bando “I Luoghi della Cultura 2019” indetto da Fondazione Compagnia di San Paolo, il progetto “Inversioni” mette in campo azioni volte a invertire la tendenza all’implosione del comparto della ceramica savonese.

Al fine di migliorare la gestione, la fruizione e la valorizzazione del Museo, potenziandone il ruolo culturale, l’integrazione territoriale e la sostenibilità economica, durante il biennio 2019-2021 si attueranno queste azioni principali: implementazione delle attrezzature del Laboratorio ceramico; corso di perfezionamento destinato agli operatori del Laboratorio per l’utilizzo della stampante 3D per la ceramica; dotazione di un sistema WiFi; laboratorio di ascolto in-progress durante il quale diverse realtà territoriali spiegano le azioni che metterebbero in campo per rendere il Museo più inclusivo; valorizzazione del portone di ingresso del Museo attraverso un intervento artistico ideato dagli studenti del Liceo Artistico Arturo Martini di Savona.

Il progetto è realizzato con il sostegno di:

     


26 Maggio 2020
In dialogo con Luciano Pasquale, Presidente della Camera di Commercio Riviere di Liguria (tra i soci fondatori della Fondazione Museo della Ceramica di Savona onlus)

Nel corso della conversazione Pasquale ci ha parlato della nascita del Museo della Ceramica e del motivo per cui è stato pensato e realizzato: “Il Museo della Ceramica di Savona è stato realizzato per valorizzare la cultura di questa città, di questa terra, e per individuare un elemento qualificato per l’offerta turistica. Un Museo di questo genere, adeguatamente promosso e fatto conoscere in tutto il mondo, può valere un viaggio per visitare Savona, scoprire le sue tipicità e i suoi prodotti.”


19 Maggio 2020

Durante le scorse settimane abbiamo conosciuto la tecnica del modellato a mano libera e quella del colombino: con il nuovo tutorial del Laboratorio permanente del Museo della Ceramica scopriamo oggi la tecnica della lastra!


16 Maggio 2020
In dialogo con Marco Berbaldi, Presidente della Fondazione diocesana Comunità Servizi Onlus (ente gestore della Caritas diocesana di Savona-Noli)

“Penso che i Musei possano aiutare le persone a leggere periodi e condizioni particolari dell’esistenza. Parlare del senso della nostra vita attraverso l’arte è una forma di cura per le persone senza fissa dimora che spesso abbiamo sottovalutato. Per noi l’attività con il Museo ha rappresentato una buona medicina, una carezza da portare alle persone che accogliamo. Credo quindi che la strada intrapresa dal Museo della Ceramica verso l’idea di un museo dinamico e attento a quello che accade sul territorio sia quella giusta.”

Oggi vi presentiamo la nostra conversazione con Marco Berbaldi, Presidente della Fondazione diocesana Comunità Servizi Onlus (ente gestore della Caritas diocesana di Savona-Noli), con il quale abbiamo discusso del ruolo dei Musei nella situazione attuale e di quello che può ricoprire il Museo della Ceramica nel proprio territorio. Durante la conversazione Berbaldi ha anche parlato del progetto “Arte InMensa” che la Caritas di Savona-Noli e il Museo hanno realizzato nel corso del 2019, portando la ricerca artistica contemporanea nella mensa della Caritas.


9 Maggio 2020

Per lavorare la ceramica si possono usare tecniche differenti: nelle scorse settimane abbiamo scoperto quella del modellato a mano libera, mentre oggi con il nuovo tutorial del Laboratorio permanente del Museo conosceremo la tecnica del colombino.


8 Maggio 2020

Oggi pubblichiamo la prima parte della conversazione con l’architetto e designer Franco Raggi. Affrontando il tema della casa che sta alla base del workshop #casalaboratorio, Raggi ci ha parlato della sua opera in ceramica “Architettura Divisa, Casette” esposta al Museo della Ceramica. Realizzata nel 2006, l’opera è caratterizzata da due porzioni di casa che, presentandosi accostate ma divise, rendono il concetto alla base di questo lavoro ­oggi più che mai attuale. “È sulle linee di confine che avvengono le scintille”, dice Raggi durante la conversazione.

Durante la nostra conversazione, Raggi è partito dalla descrizione di questo suo lavoro per condividere con noi le sue considerazioni sul senso della casa, riflettendo sui nuovi significati e sulle funzioni che questa ha assunto ai tempi del distanziamento sociale necessario a contenere la diffusione del virus.

In un momento in cui tutti i musei e i luoghi di aggregazione sono chiusi, #casalaboratorio nasce per mantenere vivo il contatto tra il Laboratorio del Museo della Ceramica e il suo pubblico stimolando un approfondimento sul concetto di casa. La casa in cui siamo costretti a restare più a lungo per proteggerci dal contagio, viene intesa come rifugio, luogo del calore familiare, ma anche spazio di studio e di lavoro. Capita che la stessa casa rappresenti il centro delle nostre solitudini e del nostro malessere, un luogo dove si alimentano insofferenze e sofferenze, una gabbia da cui scappare.

In un momento storico straordinario che sta investendo la vita collettiva e individuale, l’arte è uno strumento importante per mettere a fuoco i tanti nuovi significati che sta assumendo la casa oggi, per milioni di persone contemporaneamente in tutto il mondo.

Franco Raggi si è laureato in architettura al Politecnico di Milano. Ha progettato architetture, spazi commerciali, showroom, mostre e oggetti per varie aziende del design internazionale. Tra i diversi ruoli ricoperti si ricordano quelli di coordinatore della prima sezione Arti visive-architettura de La Biennale di Venezia (1975-76), di responsabile della Raccolta del Design alla Triennale di Milano (1979-80) e di direttore della rivista di design “Modo” (1981-83). In campo architettonico si ricorda invece il progetto degli interni dell’Ospedale Humanitas (Milano, 1996) e quelli della maison Gianfranco Ferré (Milano, 1998) e della sede della Fondazione Gianfranco Ferré (Milano, 2010).


26 Aprile 2020

Casette in ceramica al… Campus Universitario di Savona!

Gli studenti del Campus continuano a seguire il workshop #casalaboratorio, lavorando alle proprie casette in ceramica.


26 Aprile 2020

Oggi pomeriggio si è svolta la seconda diretta del workshop #casalaboratorio durante la quale i partecipanti, 50 tra adulti e bambini, hanno creato gli ingobbi e hanno colorato le casette create nel precedente incontro.

Ecco alcune foto:


23 Aprile 2020

Dopo aver scoperto che cos’è la ceramica e la tecnica del modellato a mano libera, in vista della diretta del workshop #casalaboratorio che si terrà Venerdì 24 Aprile il Laboratorio del Museo vi propone un nuovo tutorial dedicato agli ingobbi.


21 Aprile 2020

I kit per il workshop #casalaboratorio sono arrivati anche al Campus Universitario di Savona!

Questa mattina abbiamo consegnato i kit ad alcuni studenti fuorisede alloggiati al Campus, attualmente impossibilitati a raggiungere le proprie abitazioni a causa dell’emergenza dovuta al Covid-19, che hanno scelto di partecipare all’iniziativa #casalaboratorio.


21 Aprile 2020

Che cos’è la tecnica del modellato a mano libera?
Scopriamolo insieme con questo nuovo tutorial del Laboratorio permanente del Museo della Ceramica.


17 Aprile 2020

Oggi pomeriggio, si è svolta la prima diretta del workshop #casalaboratorio alla quale hanno partecipato più di 50 persone tra adulti e bambini.

Durante la diretta, i partecipanti hanno iniziato a creare le proprie casette in ceramica con la tecnica del “modellato a mano libera”.

 


17 Aprile 2020

Che cos’è la ceramica?

Con questo primo video, il Laboratorio del Museo della Ceramica inaugura una serie di tutorial attraverso i quali raggiunge a casa il proprio pubblico nonostante la temporanea chiusura dei Musei a causa del #Covid19.


8 Aprile 2020

Nonostante la temporanea chiusura dei Musei a seguito delle disposizioni messe in campo per contrastare la diffusione del Covid-19, il Museo non lascia solo il proprio pubblico e lo raggiunge a casa con il suo Laboratorio permanente.
Si inizia con il workshop #casalaboratorio dedicato proprio alla casa!

A partire dal 17 Aprile 2020, tutti i Venerdì alle 16.00 sulla nostra pagina Facebook verrà pubblicato il link alla piattaforma Hangouts Meet su cui effettueremo delle dirette che ci permetteranno di interagire con voi e seguirvi nella creazione di manufatti in ceramica ispirati al tema della casa con la nostra collaborazione.
Le registrazioni delle dirette saranno pubblicate sui canali social e sul sito del Museo, nel corso della settimana, insieme ad alcuni brevi tutorial che illustreranno le principali tecniche di lavorazione dell’argilla.
Al termine dell’emergenza in atto, si terrà al Museo un evento pubblico durante il quale verranno presentati i lavori in ceramica realizzati da coloro che hanno partecipato al progetto #casalaboratorio.

Il workshop:
#casalaboratorio nasce dall’idea di stimolare una più profonda riflessione sul concetto di casa. La casa in cui siamo costretti a restare, per proteggerci dal contagio, viene intesa come rifugio, luogo del calore familiare ma anche spazio di studio e di lavoro. In un momento storico straordinario che sta investendo la vita collettiva e individuale, l’arte è uno strumento importante per mettere a fuoco i tanti nuovi significati che sta assumendo la casa oggi, per milioni di persone contemporaneamente in tutto il mondo.

L’architetto e designer Franco Raggi, autore di “Architettura Divisa, Casette” esposta al Museo della Ceramica e fonte di ispirazione per questo laboratorio, condividerà con il pubblico le sue riflessioni sul tema della casa, ragionando sui suoi significati e le sue funzioni.


16 Febbraio 2020

Una Domenica alla scoperta degli… Azulejos!

Questa mattina al Museo si è svolto il secondo e ultimo incontro dedicato agli Azulejos.
A seguito del laboratorio di linoleografia della scorsa settimana, oggi i partecipanti hanno studiato le piastrelle presenti nella collezione del Museo, riproducendole in ceramica.


14 Febbraio 2020

Gli studenti del Liceo Artistico Arturo Martini di Savona sono tornati a trovarci, portando avanti i lavori per la valorizzazione del portone di ingresso del Museo della Ceramica.

Con l’Architetto Andrea Canziani (Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici della Liguria) e l’Architetto Gloria Bovio i ragazzi hanno discusso dei punti di forza e di debolezza dell’attuale ingresso, prendendo ad esempio e studiando alcuni musei nazionali e internazionali.

All’incontro hanno partecipato anche alcuni studenti dell’indirizzo di design e comunicazione dell’IISS Ferraris-Pancaldo che, insieme al professore Omar Tonella, seguiranno la comunicazione del progetto.


9 Febbraio 2020

In mattinata al Museo si è svolto il primo dei due laboratori per bambini dedicati agli Azulejos, le antiche piastrelle in ceramica dove forme e colori si uniscono per creare splendide decorazioni.

Partendo dallo studio delle piastrelle presenti nella collezione del Museo, i partecipanti hanno riprodotto gli Azulejos con la tecnica della linoleografia, realizzando stampe colorate.


7 Febbraio 2020

Sperimentazione, tecnologia e tradizione si incontrano al Museo!
Oggi pomeriggio nel Laboratorio del Museo abbiamo sperimentato nuove forme con la stampante 3D per la ceramica.


3 Febbraio 2020

A conclusione del ciclo di incontri volti a far conoscere il Museo della Ceramica agli studenti del Liceo Artistico di Savona in vista dell’intervento artistico che dovranno realizzare, i ragazzi hanno incontrato la Dott.ssa Virginia Vaccaro che ha realizzato una tesi di ricerca dedicata agli affreschi dell’antico Monte di Pietà di Savona che ospita oggi il Museo.

Dopo aver mostrato i risultati delle proprie analisi, la Dott.ssa Vaccaro ha illustrato agli studenti gli affreschi e le metodologie di ricerca utilizzate.


31 Gennaio 2020

Questa mattina i ragazzi hanno incontrato l’Architetto Andrea Canziani, funzionario della Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici della Liguria, e l’Architetto Gloria Bovio. In quest’occasione si è riflettuto sul significato dell’intervento artistico che gli studenti dovranno ideare per valorizzare il portone d’ingresso del Museo, sul contesto e i bisogni del committente e dei futuri visitatori.

Per meglio conoscere il contesto per cui progetteranno il proprio intervento, in settimana i ragazzi avevano già incontrato l’Architetto Marco Ricchebono per parlare della storia del Palazzo del Monte di Pietà che ospita il Museo.


28 Gennaio 2020

Coinvolti nell’ideazione di un intervento artistico volto a valorizzare il portone di ingresso del Museo della Ceramica, gli studenti del Liceo Artistico Arturo Martini di Savona ci sono venuti a trovare al Museo questa mattina.
Durante le fasi preliminari di progettazione dell’opera, i ragazzi parteciperanno infatti a una serie di incontri dedicati a conoscere il Museo e il Palazzo del Monte di Pietá che lo ospita.

In occasione del primo incontro, gli studenti hanno parlato con la Direttrice Tiziana Casapietra delle iniziative presenti e future del Museo, scoprendo la sua collezione.


30 Gennaio 2020

Il Museo invaso… dalle tartarughe!

Durante il nuovo laboratorio per bambini, i partecipanti hanno scoperto l’opera “Controcorrente” di Anne Laure Sacriste, andando a caccia di tartarughe nelle diverse sale espositive. Successivamente si sono spostati nei nuovi spazi laboratoriali dove hanno creato delle simpatiche testuggini in ceramica.


17 Gennaio 2020

Da oggi, il Museo della Ceramica ha attivato il proprio Laboratorio permanente: tutti i Venerdì dalle 15.30 alle 17.30 chiunque desideri uno spazio dove sperimentare la ceramica e apprendere nuove tecniche espressive avrà a disposizione il Laboratorio del Museo per creare le proprie opere, confrontarsi con operatori del settore e incontrare nuove persone.

Su prenotazione, il Laboratorio è aperto ad adulti e bambini.


10 Gennaio 2020

Questa mattina, gli studenti del Liceo Scientifico di Savona hanno concluso il primo ciclo di conversazioni del laboratorio in-progress ideato per porsi in ascolto del territorio e delle sue esigenze.

Durante l’ultimo incontro, le domande alle quali hanno risposto i ragazzi sono state le seguenti: 14. cosa ti fa venire in mente la ceramica?; 15. cosa ti infastidisce di un museo?; 16. ha senso l’arte contemporanea?; 17. l’arte contemporanea è una presa in giro?; 18. se tu fossi un direttore di un museo, cosa faresti?

Dopo aver affrontato il tema della ceramica, che per gli studenti richiama principalmente il territorio e un’azione manuale, i ragazzi hanno ragionato sugli elementi che li infastidiscono in un museo individuando: la mancanza di un punto di ristoro e di strumenti che permettano una maggior interazione con la collezione e la temperatura troppo alta. Solo la metà dei partecipanti è stato in un museo per propria scelta.

Dopo aver concluso le domande, si è aperto un dibattito su come migliorare la fruizione e la visita del Museo della Ceramica. Da questo confronto è emerso che le giovani generazioni vedono i musei come qualcosa di lontano e intoccabile quando, invece, vorrebbero sentirsi sentirsi protagoniste. Hanno quindi proposto di non utilizzare più la parola “museo”, di inserire nelle sale divani e sedute più comode, di aprire un bar e di creare un’aula studio dedicata solo ai ragazzi nella quale l’arte non sia in primo piano ma rappresenti solo uno sfondo.


5 Gennaio 2020

Continuano i laboratori di ceramica per bambini!

Con l’incontro di questa mattina si è conclusa la serie di laboratori rivolti ai bambini e ispirati al libro “Pallini pallini” dell’artista e illustratore Hervè Tullet.


28 Dicembre 2019

Nei nuovi spazi del Museo oggi si è svolto il primo laboratorio di ceramica rivolto ai bambini. Ispirandosi al libro “Pallini pallini” dell’artista e illustratore Hervè Tullet, i piccoli partecipanti hanno realizzato alcuni originali alberi di Natale.


13 Dicembre 2019

Durante l’ultimo incontro del 2019, gli studenti del Liceo Scientifico di Savona hanno risposto alle seguenti domande: 9. nel momento in cui non capisci un’opera provi a cercarne la spiegazione?; 10. gli artisti sono fighi, pazzi o altro?; 11. perché tutti si mettono davanti alla Gioconda e si spingono per vederla?; 12. a cosa serve la cultura?; 13. a cosa serve visitare un museo?

Dalla discussione è emerso come, quando i ragazzi non capiscono un’opera, non provino a cercarne la spiegazione per mancanza di interesse e perché la reputano non comprensibile mentre la figura dell’artista è descritta dalla maggior parte di loro come “pazza” e “stravagante”.

Dopo aver riflettuto sul ruolo della cultura nella società, gli studenti si sono confrontati con la domanda “a cosa serve visitare un museo?”. Per alcuni la visita permette di acquisire informazioni che non si possedevano e ad ampliare i propri orizzonti, per altri non serve a nulla e per altri ancora è utile solo se presente una guida. In generale, i ragazzi ritengono che una visita guidata non debba però illustrare tutta la collezione di un Museo ma solo alcune opere specifiche.


5 Dicembre 2019

Durante il secondo incontro, i ragazzi del Liceo Scientifico di Savona si sono confrontati sulla percezione che le nuove generazioni hanno dell’arte, rispondendo a queste domande: 4. cosa ti rende insopportabile alcune lezioni di storia dell’arte a scuola?; 5. perché a scuola si parla più dei morti che dei vivi?; 6. perché in casa vostra ci sono quadri od oggetti esposti?; 7. cosa ti dà fastidio dell’arte?; 8. c’è qualcosa che ti piace dell’arte?

Dopo un ampio dibattito, è emerso che gli studenti trovano le lezioni di storia dell’arte poco accattivanti e noiose e che a scuola si parla più dei vivi che dei morti al fine di imparare dal passato, per creare una memoria storica e per poter fare un confronto con il presente.

L’architetto Bovio ha poi invitato a riflettere sul motivo per il quale sono presenti quadri e oggetti d’arte nelle abitazioni degli studenti che hanno affermato di averli in casa per motivi di arredamento, perché hanno un valore affettivo e perché esprimono la personalità di chi vi abita.

Infine, i ragazzi hanno parlato di cosa non sopportano e di cosa apprezzano dell’arte.


3 Dicembre 2019

Per rafforzare il ruolo culturale all’interno della sua comunità di riferimento, il Museo ha attivato un laboratorio in-progress per porsi in ascolto del territorio e delle sue esigenze.

Invece di invitare gli operatori dell’arte e della cultura a confrontarsi tra loro, si è scelto di invertire i ruoli, invitando varie realtà sociali (mondo dell’associazionismo e del volontariato, realtà imprenditoriali, studenti di vari livelli, ceramisti, enti locali, operatori turistici, ecc.) a spiegare quali azioni metterebbero in campo per rendere il Museo più inclusivo. Il laboratorio è a cura dell’architetto Gloria Bovio.

Il primo ciclo di incontri coinvolgerà gli studenti di quarta del Liceo Scientifico Statale Orazio Grassi di Savona. Per indagare la percezione che la generazione millenials ha dell’arte, dell’arte contemporanea e della cultura in generale, i ragazzi saranno i protagonisti di una serie di conversazioni dove, invertendo i ruoli, spiegheranno agli operatori culturali il loro punto di vista.

Questa mattina si è tenuto nelle sale del Museo il primo incontro durante il quale sono state consegnate agli studenti alcune buste chiuse contenenti ciascuna una domanda.

Dopo essersi confrontati, i ragazzi hanno provato a rispondere ad alcune di queste (1. cosa vuoi che si sappia di te?; 2. secondo te ne sanno più i genitori o i figli?; 3. cosa non sopporti degli adulti?), arrivando alle seguenti conclusioni: 1. gli studenti non vogliono che gli altri vengano a conoscenza dei loro difetti ma desiderano capire cosa hanno in comune con chi sta loro difronte; 2. pensano che i genitori abbiano maggior esperienza, che però viene manifestata nel modo sbagliato, mentre i giovani pensano sempre di aver ragione ma dovrebbero imparare ad ammettere i propri sbagli; 3. non sopportano non essere ascoltati dagli adulti, la loro arroganza e la loro sfiducia verso le nuove generazioni.

Orari

Lunedì, Martedì

solo per gruppi

(min. 10 persone)

10.00 – 13.30

15.30 – 18.30

 

Mercoledì

10.00 – 13.30

 

Giovedì, Venerdì, Sabato

10.00 – 13.30

15.30 – 18.30

 

Domenica

10.00 – 13.30

Iscriviti alla nostra newsletter

Ho letto e accetto quanto definito nella privacy policy del museo

 

 

Social network

Segui il Museo della Ceramica di Savona
sui social network:

Pagina Facebook del Museo della Ceramica di SavonaProfilo Twitter del Museo della Ceramica di SavonaProfilo Instagram del Museo della Ceramica di Savona