Pala Fornari

Vincenzo Foppa
1489

In breve

La celeberrima Pala Fornari è di poco anteriore al completamento del polittico della Rovere per la Cattedrale di Savona, ora nell’oratorio di Nostra Signora di Castello. L’opera fu eseguita nel 1489 da Vincenzo Foppa su committenza di Manfredo Fornari, che l’aveva destinata alla Certosa di Nostra Signora di Loreto sulle alture cittadine.

232
3
286

Approfondimento

Il frontone triangolare della Pala e l’ampia nicchia a conchiglia che costruisce lo schienale della Vergine conferiscono monumentalità all’impianto nonostante le dimensioni risultino ridotte, soprattutto se confrontate con altre realizzazioni foppesche.
È da notare l’inconsueta impostazione del donatore inginocchiato, la cui figura è tagliata dalla sovrapposizione della colonna tortile che separa lo scomparto centrale da quello sinistro, che dimostra come l’artista rifiuti ormai la tradizionale divisione del polittico in favore di una composizione unitaria.
Il trittico ha subito nel tempo numerosi rimaneggiamenti ed interventi di restauro, sia nella carpenteria sia sulla superficie pittorica.
Nella sala della Pinacoteca Civica di Savona, la Pala Fornari è affiancata alla predella con Cristo tra gli Apostoli, non appartenente all’opera del Foppa, probabilmente aggiunta per esigenze espositive in uno dei primi allestimenti della collezione civica.

Specifiche

Artista: Vincenzo Foppa (Brescia, 1427-1516)
Materiale: Olio su tavola
Dimensioni: cm 210 x 180
Provenienza: Cappella di San Giovanni nella certosa di Loreto
Collocazione: Pinacoteca Civica di Savona (Sala 6)

Continua l’esplorazione